Howard Marks si scalda a Bitcoin; suo figlio possiede una „quantità significativa“ di BTC per la famiglia

L’investitore miliardario Howard Marks nel suo promemoria agli investitori ha condiviso alcuni punti di vista caldi sulla Bitcoin e sulle valute crittografiche, rivelando che suo figlio Andrew „possiede una quantità significativa (di BTC) per la nostra famiglia“.

Con la generazione più giovane che da tempo si occupa di Bitcoin, l'“alto livello di scetticismo“ di Mark sta ora virando verso la neutralità.

L’investitore di valore che gestisce un patrimonio di 140 miliardi di dollari ha precedentemente definito il Bitcoin uno „schema a piramide“ e lo ha paragonato alla mania dei tulipani e alla bolla di internet.

Ma nella sua ultima lettera all’investitore, Marks parla dello scetticismo come dello stato naturale dell’investitore di valore –

„La nostra reazione di default è di essere profondamente dubbiosa quando sentiamo „questa volta è diverso“.

Ma con tanta innovazione che avviene a un ritmo così rapido, Marks dice che questa mentalità scettica dovrebbe essere abbinata a „apertura alle nuove idee, e la volontà di imparare prima di formarsi una visione“. Marks ammette che quando si tratta di crittografia,

„Probabilmente ho permesso che il mio modello di riconoscimento intorno all’innovazione finanziaria e al comportamento speculativo del mercato – insieme al mio naturale conservatorismo – producesse la mia posizione scettica“.

In quanto tale, non si sta formando una solida visione degli asset digitali fino a quando non sarà abbastanza informato e non si „sforzerà di imparare“ in merito.