Contribuenti principali, dibattito con gli investitori

Contribuenti principali, dibattito con gli investitori Yearn token token mint

Dopo un fine settimana burrascoso per il caveau originale della DeFi, la polvere si sta assestando e si sta spianando un sentiero in avanti

Quella che era iniziata come una semplice proposta di governance per costruire un forziere di guerra per il team di sviluppo di Yearn.finance si è ora riversata in una più ampia Crypto Bank conversazione sull’incentivazione, la sostenibilità e il lancio di progetti equi nello spazio della finanza decentralizzata (DeFi).

Mercoledì 13 gennaio, sei membri della comunità di Yearn, tra cui diversi collaboratori principali, hanno proposto un programma di „Buyback and Build“ che dirotterebbe le tasse di protocollo verso il rafforzamento della tesoreria – una proposta che altererebbe l’attuale sistema che distribuisce un dividendo ai partecipanti alla governance. Da allora la proposta è stata soprannominata „BABY“.

In un’intervista con il Cointelegraph, collaboratore semi-anonimo di Yearn e uno dei co-autori della proposta, Tracheopteryx, ha detto che BABY è destinato a consentire una sostenibilità superiore all’attuale fase di crescita di Yearn.

„Stiamo proponendo di smettere di pagare le tasse di protocollo come dividendi ai sostenitori di YFI nella governance e di utilizzare invece queste entrate per un riacquisto automatizzato di YFI, reinvestendole nella crescita di Yearn“. La nostra argomentazione principale è piuttosto semplice: 1) i dividendi non hanno senso per la nostra fase iniziale di sviluppo, e 2) ci sono migliori rendimenti disponibili per YFI altrove“, ha detto.

Menta più YFI?

Appena un giorno prima della pubblicazione della proposta BABY, tuttavia, un’altra proposta scritta da un membro di una comunità solitaria, anch’essa finalizzata alla sostenibilità, ha attirato molto più dibattito nei forum sulla governance di Yearn.

Intitolata „**[Proposta]** Incentivi per gli sviluppatori“, prevedeva la coniazione di altri 1000 gettoni YFI oltre ai 30.000 originali – gettoni che sarebbero stati distribuiti tra il core team a loro esclusiva discrezione per incentivare lo sviluppo in corso.

Il Core Yearn dev banteg ha postato un link alla proposta su Twitter giovedì, scatenando una raffica di appassionato dibattito che si è riversato sulla più ampia comunità di crittografi:

Proposta: yfi_lit suggerisce di stampare 1000 YFI per il fondo operativo per dare a Yearn anni di pista ad un costo del 3% di diluizione. L’opposizione sembra piuttosto forte. Dovremmo sondarlo? https://t.co/nyakRuRyv8
– banteg (@bantg) 14 gennaio 2021

Sia i sostenitori che i detrattori di un’ulteriore menta hanno accusato il lato opposto di essere avidi, con gli scettici che dicono che gli sviluppatori dovrebbero attenersi alla quantità originale e i sostenitori che sostengono che l’incentivazione è più importante di qualsiasi potenziale diluizione. Anche il fondatore di Yearn, Andre Cronje, ha pesato sulla discussione:

1/ Le ultime 24 ore di dibattito di YFI sono state affascinanti da guardare.

1. Chiara divergenza tra sostenitori e detentori, entrambe le parti citano l’avidità
2. I „devs“ non hanno iniziato la proposta, né l’hanno richiesta
3. La tabella di marcia rimane v2 e riacquistare e costruire
– Andre Cronje (@AndreCronjeTech) 15 gennaio 2021

Il thread sul forum Yearn è ora a 209 risposte, con un tempo di lettura stimato di 40 minuti, e il dibattito su Twitter continua senza sosta fino a domenica sera.

Meme contro realtà

L’argomento fondamentale che molti di coloro che si sono opposti a coniare più YFI hanno avanzato è che ciò violerebbe l’etica del „giusto lancio“ che, in parte, ha reso Yearn popolare in primo luogo. Inoltre, gli scettici di una zecca sostengono che ci sono state precedenti votazioni per bruciare le chiavi di conio per impedire la creazione di YFI oltre i 30.000 iniziali.

Un’analisi approfondita, tuttavia, dimostra che la governance non ha mai deciso in modo definitivo di bruciare le chiavi che avrebbero permesso una zecca:

Il dibattito su YFI continua. La realtà è che @iearnfinance non ha mai preso una decisione definitiva sul suo programma di inflazione e il meme di fornitura fissa di 30.000 dollari, è esattamente questo, un meme. https://t.co/24eUPOudE5
– Nick Almond (@DrNickA) 17 gennaio 2021

Inoltre, Tracheopteryx afferma che, pur potendo fungere da driver di valore indiscutibile, i memi non dovrebbero essere la considerazione primaria per un progetto.

„Le narrazioni sono potenti, ma sono anche limitanti. Proprio come la parola „tavolo“ non può mai catturare la ricca esperienza multisensoriale di un vero e proprio tavolo di legno fatto a mano, un meme o una narrazione comprime la realtà in pezzi di significato facilmente trasmissibili“.

In questo caso, i pezzi facilmente trasmissibili sono troppo concentrati su un mito costruito intorno alle origini di YFI, e non su come il progetto continuerà a creare valore.

Di conseguenza, la fedeltà alla narrazione del lancio equo di YFI – un formato di lancio che il suo fondatore ha poi detto essere un errore – sta ora offuscando il suo futuro. A causa della distribuzione di YFI, gli sviluppatori non possiedono una quota altrettanto significativa del token di governance rispetto a piattaforme come Synthetix e Aave, aprendo potenzialmente gli sviluppatori ad altri progetti con offerte lucrative o perdendo interesse a causa della loro mancanza di incentivi.